IL CINEMA ANIMA GLI OCCHI
organizzazione Art Promotion

Capulcu:Voci da Gezi (da CAPULCO a CAPULCU)

 

Italia, Turchia – 2014 –  Bluray- colore – 60’

>> PROIEZIONE <<

martedì 29 aprile – ore 22.15 // SALA 2

 

Regia: Benedetta Argentieri, Claudio Casazza, Carlo Prevosti, Duccio Servi, Stefano Zoja

Video: Claudio Casazza, Duccio Servi, Stefano Zoja

Montaggio: Carlo Prevosti

Suono: Duccio Servi

Con: Andrew Gardner, Aras Zaracol, Asli Ergun, Burcu Oztoprak, Ceren Aral, Burcu ヌiçek Şahinli, Deniz Galip, Deniz Şiar Bozkut, Deniz Zerin, Didem Vlik Moore, Erdem, Fabio Rosa, Keren Makatin, Pelin Tan, Selen Ghelez

Produzione: Insolito Cinema, Chapuling Film

 

SINOSSI

Il film un’istantanea su quanto abbiamo visto e su quanto ci e stato raccontato. Le voci: studenti, avvocati, architetti, giornalisti, attivisti; giovani e meno giovani; ricchi e poveri; incazzosi e gioiosi; coraggiosi e spaventati. Le immagini: l’occupazione pacifica di Gezi Park, la gioia nell’opporsi a una scelta assurda; la violenza della repressione, lo sbigottimento nell’essere violentati l’invenzione della protesta silenziosa, la moltitudine di piazza Taksim. Le ragioni: la gentrifcazione di Istanbul, un’islamizzazione che vieta il consumo di alcolici la sera, la limitazione alle liberta individuali, un potere sempre piu sordo, la censura che ha provato a nascondere la protesta. La pluralita dei manifestanti, diversissimi tra loro, uniti in un’inaspettata alleanza contro gli abusi del potere.

 

NOTA DI REGIA

“Istanbul, Turchia, Europa, Mondo. Il film vuole raccontare quanto sta succedendo a Istanbul attraverso le voci di chi sceso in piazza, di chi si ribellato, di chi si sentito in mezzo a una potenziale rivoluzione, di chi ha costruito le barricate, di chi stato colpito dai lacrimogeni, di chi stato picchiato dalla polizia, di chi ha avuto paura a manifestare, di chi ha documentato la protesta e le violenze subite, di chi ha protestato attraverso i social media, di chi non sceso in piazza, di chi non si accorto o non ha voluto accorgersi. Le voci dei protagonisti si alterneranno e si sovrapporranno alle immagini filmate. Il risultato sarun caleidoscopio di storie personali e collettive che ben rappresenta cosa sta succedendo

 

PREMI E FESTIVAL

2014 Sguardi Altrove FF -Diritti Umani

2014 Thessaloniki Doc Fest -Diritti Umani