IL CINEMA ANIMA GLI OCCHI
organizzazione Art Promotion

MACONDO

 

Austria – 2014 – DCP – colore – 98’

>> PROIEZIONE <<

martedì 29 aprile – ore 18.00 // SALA 5

mercoledì 30 aprile – ore 9.00 // SALA 5

 

Regia: Sudabeh Mortezai

Sceneggiatura: Sudabeh Mortezai

Cinematografia: Klemens Hufnagl

Montaggio: Oliver Neumann

Scenografia: Julia Libiseller

Suono: Atanas Tcholakov

Costumi: Carola Pizzini

Interpreti: Ramasan Minkailov, Aslan Elbiev, Kheda Gazieva, Rosa Minkailova, Iman Nasuhanowa, Askhab Umaev, Hamsat Nasuhanov, Champascha Sadulajev

Produttore: Oliver Neumann, Sabine Moser

Produzione: FreibeuterFilm

World Sales: Films Boutique

 

SINOSSI

Ramasan ha molte responsabilità per essere un bambino di 11 anni. Nella società tradizionale cecena è ora considerato l’uomo di casa, che deve prendersi cura della madre e delle due sorelline più piccole. Il suo mondo ruota attorno a Macondo, un difficile quartiere etnico nelle periferie industriali di Vienna. Ramasan parla il tedesco molto meglio della madre Aminat, e spesso le fa da interprete nelle questioni riguardanti la scuola e i servizi sociali. Aminat sta ancora cercando di superare la morte del marito, la fuga dalla Cecenia e di far quadrare i conti da madre single e straniera in una nuova società. Il confinato mondo di Ramasan viene sconvolto dall’arrivo di Isa, ex commilitone del padre, che si trasferisce in una residenza popolare. Questo incontro suscita l’interesse di Ramasan nei confronti del padre e cerca così la compagnia di Isa, ma lo straniero continua a non svelare nulla del passato. Pian paino Isa si apre e tra i due si crea un legame che aiuterà Ramasan ad affrontare e superare la sua peggior paura…

 

LA REGISTA: SUDABEH MORTEZAI

macondo_ICON

Nata nel 1968 a Ludwigsburg, in Germania, da genitori iraniani, Sudabeh cresce tra Tehran e Vienna. Nel 1994 ottiene il dottorato in studi sul teatro e cinema presso l’Università di Vienna. Dopo aver completato il programma di studi sul cinema, la TV e i media digitali dello spettacolo presso l’UCLA nel 2003, Sudabeh ha lavorato come aiuto regista e direttore di produzione e ha diretto diversi cortometraggi prima del suo film documentario Children of the Prophet. Nel 2007 è co-fondatore del FreibeuterFilm. Macondo è il suo primo film di finzione.

 

NOTA DI REGIA

“(…) L’infanzia è un momento importante dove tutto può ancora succedere. Quando arrivai in Austria, conoscevo già il tedesco, quindi non ebbi molti problemi di integrazione, come di solito accade quando ci si trasferisce in un nuovo paese, ma, nonostante siano trascorsi molti anni, ho ancora la sensazione di non essere accettata dalla maggior parte della popolazione. (…)

Inoltre ho dovuto confrontarmi con qualcosa che riguarda molti bambini emigrati o in fuga da un paese: dover crescere troppo velocemente. I bambini imparano la lingua del paese ospitante più velocemente rispetto ai loro genitori traumatizzati e assumono il ruolo di intermediari. È un’opportunità, ma implica di conseguenza troppe responsabilità troppo presto, e per un bambino è un grosso peso. Gli psicologi chiamano questo fenomeno parentificazione.”

 

FILMOGRAFIA

2006 Children of the Prophet (doc)

2009 Im Bazar der Geschlechter (In the Bazaar of Sexes, doc)

2014  Macondo

 

PREMI E FESTIVAL

2014 Berlinale – Concorso

2014 Hong Kong IFF