CORRECTIONS CLASS  (KLASS KORREKZII)

Russia, Germania  2014– colore – 98’

 

Regia : Ivan I. Tverdovsky

Sceneggiatura : Dmitry Lanchikhin, Ivan I. Tverdovsky basato sul medesimo romanzo di  Ekaterina Murashova

Cinematografia : Fedor Struchev

Montaggio : Ivan I. Tverdovsky

Interpreti : Maria Poezhaeva, Filipp Avdeyev, Nikita Kukushkin, Artem Markaryan, Irina Vilkova

Produttrici : Natasha Mokritskaya, Uliana Savelieva, Mila Rozanova

Produzione : New People Film Company, Brusov Lane, 21474 Moscow, Russia, Tel: +7 903 589 5012, E-mail: rosmillia@gmail.com, in coproduzione con Jomami Filmproduktion

 

SINOSSI

Lena è una ragazza disabile e intelligente. Dopo aver studiato per anni nella propria casa, vuole ritornare a scuola. Viene inserita in una classe speciale per allievi con disabilità, che dovranno dimostrare ad una commissione scolastica, alla fine dell’anno, di essere idonei a ritornare in una classe “normale”. I suoi insegnanti, poco motivati, non mostrano invece alcun desiderio di spronare ed aiutare gli studenti a migliorare; al contrario, cercano di soffocare dal principio qualunque tipo di interesse manifestato da Lena nei riguardi di materiale di studio più complesso. Tuttavia, Lena si inserisce presto nella vita scolastica e si fidanza con un suo compagno, Anton. Ma la loro felicità trasparente non è ben vista da tutti e presto ci saranno delle conseguenze.

 

IL REGISTA: IVAN I. TVERDOVSKY

Web_Regista_Ivan_Tverdovsky

Ivan I. Tverdovsky (1988, Mosca) consegue la laurea presso l’Istituto di Cinematografia Gerasimov, a Mosca (VGIK, 2011). I suoi documentari ricevono riconoscimenti nei festival in Russia e a livello internazionale, come As If Waiting for a Bus (corto documentario, 2009), Pianism (documentario 2012), and Space Dog (corto documentario, 2013). Assume l’incarico di responsabile dei film russi al Festival Internazionale del Cinema di Mosca. Klass Korrekzii, tratto dal romanzo omonimo della psicologa Ekaterina Murashova, costituisce il suo esordio nei lungometraggi.

 

NOTA DI REGIA

“(…) Uno dei ricordi che ho più impressi dei miei anni scolastici è il film di Lars Von Trier, Dancer in the Dark. E questo mi influenza ancora oggi. In realtà, anche se lo stile del film mi ricorda più quello di un documentario, questo contiene un sacco di citazioni da altri lungometraggi. Per esempio la scena alla stazione. (…) Prima delle riprese ho fatto tante ricerche, ho frequentato veramente classi speciali (ce ne sono tante in Russia) e vi ho seguito vere lezioni. Ho potuto constatare che gli insegnanti non sono molto entusiasti del programma e lo percepiscono come un fardello che pesa sulla loro giornata lavorativa. E io volevo proprio mettere in luce questo aspetto nel film.(…) Comunque, non ho inteso realizzare un film per un pubblico ristretto, più sensibile alle problematiche delle classi speciali in Russia. Ho voluto realizzare un film sulla crescita, è un film di formazione che dovrebbe interessare tutti in quanto accomuna chiunque di noi abbia vissuto i 15 anni e abbia frequentato la scuola. Spero di esser riuscito nel mio intento.”

 

FILMOGRAFIA

2009 As if I am waiting for a bus (doc., short)

2012 Pianism (doc.)

2013 Dog’s paradise (doc., short)

2014 Klass Korrekzii (Corrections Class)

 

PREMI E FESTIVAL

2014 Karlovy Vary IFF – East of the West: Miglior Film

2014 Cottbus FF: Miglior Film, Premio Fipresci, Premio della Giuria Ecumenica

2014 Thessaloniki IFF: Premio Valori Umani, Premio “Fisher” del Pubblico

2014 Marrakech IFF: Stella d’Oro come Miglior Film