CROSSING THE BRIDGE – THE SOUND OF ISTANBUL

Germania, Turchia 2005 – colore – 92’

 

Regia: Fatih Akin

Sceneggiatura: Fatih Akin

Fotografia: Hervé Dieu

Montaggio: Andrew Bird

Interpreti: Alexander Hacke, Baba Zula, Orient Expression, Duman, Replikas, Erkin Koray, Ceza, Istanbul Style Breakers, Mercan Dede, Selim Sesler, Brenna Maccrimmon, Siyasiyabend, Aynur, Orhan Gencebay, Muzeyyen Senar, Sezen Aksu

Produttori: Sandra Harzer-Kux, Christian Kux, Andreas Thiel, Fatih Akin, Klaus Maeck, Tina Mersmann

Produzione: Intervista Digital Media, Corazón International, con NDR

 

 

SINOSSI

Alexander Hacke, membro della band d’avanguardia tedesca Einstürzende Neubauten, è entrato in contatto con la città di Istanbul e la sua musica mentre produceva la colonna sonora del film La sposa turca. Hacke ama fare esperimenti con i suoni, il microfono gli consente di fare registrazioni quasi ovunque e così inizia a catturare la diversità musicale di Istanbul. Fatih Akin lo ha accompagnato con la sua telecamera dando vita a un ritratto della vivace scena musicale di Istanbul: la loro base è lo storico Büyük Londra Oteli (Gran Hotel di Londra) del quartiere Beyoglu. Da qui i due si aggirano in un mondo contraddittorio e seducente, immergendosi nell’incessante corrente di questa grande città dalle mille sfaccettature.

 

 

NOTA CRITICA

“Un continuo itinerario di scoperta, dove la varietà di proposte musicali costituisce il simbolo attuale e più immediato per esprimere l’anima di una città che nel corso della sua storia millenaria è stata attraversata da ben 72 culture diverse. Ed è proprio in questo flusso indistinto di musicisti e di testimonianze, di stili e di epoche, che risiede il discorso più efficace. Un modo per dire che la bellezza si trova ovunque a patto di saperla riconoscere (e spesso le pagine più belle del film sono proprio quelle in cui si lascia lo spettatore solo con i suoi straordinari e sconosciutissimi interpreti).” (Umberto Rossi, Cineforum n. 458)

 

 

PREMI

2006 Ghent IFF: Premio del Pubblico