IN JULY

Germania 2000 – colore – 100’

 

Regia: Fatih Akin

Sceneggiatura: Fatih Akin

Fotografia: Pierre Aīïm

Montaggio: Andrew Bird

Scenografia: Jürgen Schnell, Haluk Ünlü

Musica: Ulrich Kodjo Wendt

Costumi: Helen Achtermann

Interpreti: Moritz Bleibtreu, Christiane Paul, Mehmet Kurtuluş, Idil Üner, Branka Katic, Jochen Nickel

Produttori: Ralph Schwingel, Stefan Schubert

Produzione: Wüste Filmproduktion

 

 

SINOSSI

I suoi allievi fanno i capricci con lui senza sosta, non ha mai frequentato un bar di tendenza e persino il suo vicino drogato ha una vita sociale migliore della sua. È difficile immaginare qualcuno più puritano, castigato e sfigato del giovane insegnante tirocinante Daniel, con i suoi pantaloni fuori moda e la sua polo ‘casual’. Mentre tutta la città sembra indaffarata ad organizzare le vacanze estive, il giovane Daniel non ha idea di cosa fare. Ma non appena si innamora perdutamente della bellissima Melek, decide di seguirla ad Istanbul e lasciarsi alle spalle la sua vita morigerata. Daniel parte per il lungo viaggio da Amburgo alla Turchia, accompagnato dalla stravagante venditrice di gioielli, Juli, che ha sempre avuto una passione segreta per lui. La sua selvaggia odissea attraverso l’Europa sud orientale, diventa così un viaggio all’interno di un nuovo stile di vita.

 

 

NOTA CRITICA

Im July è anche una lettera d’amore verso una benigna e seducente visione dell’Europa. Il regista, Fatih Akin, ci guida in un viaggio sfilacciato e pieno di contrattempi , da Amburgo ad Istanbul. Nel film domina una felice sensazione che nulla di spiacevole possa accadere. Considerando la storia della geografia, che giace tra Mare del Nord e Bosforo (…) questa sorta di ottimismo è notevole ma forse un po’ sospetta. Ma Akin, nato in Germania da genitori turchi, possiede una sensibilità che non è tanto ingenua quanto utopica, (…) Il suo film raffigura un mondo in cui le divisioni politiche e culturali sopravvivono come occasioni di commedia.” (Anthony Oliver Scott, The New York Times, 7/12/2001)

 

 

PREMI

2001 Tromsø IFF: Premio del Pubblico