LEVITEACCANTO

Italia 2015 – colore – 52’

 

Regia: Luciano Toriello

Sceneggiatura: Annalisa Mentana, Luciano Toriello

Cinematografia: Marco Fortunati

Montaggio: Luciano Toriello

Colonna Sonora Originale: Wabi Sabi

Con: Blessing Ehiorobo, Peropkar Singh, Farhan Matan, Roger Tognonvi, Marta Altobelli, Dina Diurno

Produttore: Alessandro Piva

Produzione: Seminal Film con il sostegno di Comune di Manfredonia e Apulia Film Commission

 

 

SINOSSI

Borgo Mezzanone è un piccolo centro di origine rurale perso nel grano del Tavoliere, terra dalla quale in passato molti sono emigrati e alla quale moltissimi oggi approdano, per caso o per scelta. Sono stranieri provenienti da ogni latitudine, migranti richiedenti asilo politico in Italia, ospiti del CARA. Ognuno è portatore e custode di una storia, per raccontare la quale i silenzi dicono più delle parole: la gravidanza complicata di Blessing, la lontananza dalla famiglia di Roger, il desiderio di indipendenza di Peropkar – che tutti però chiamano Gianni -, il percorso di integrazione e riscatto di Farhan. Quattro storie di migranti, quattro invisibili esistenze che, dipanandosi giorno dopo giorno accanto alle nostre, si intrecciano in una sottile trama testimoniando la condizione universale dell’essere genitori e figli.

 

 

NOTA DI REGIA

leviteaccanto è il risultato di due anni e mezzo di lavoro a Borgo Mezzanone. Mentre frequentavo la borgata e parlavo con le persone che vi abitano, le storie mi sono letteralmente venute incontro in tutta la loro urgenza. Forti e delicate al contempo, in alcune di esse ho trovato legami con la mia storia personale. Così, in un rovesciamento di prospettive, mi sono reso conto di come io stesso avrei potuto rappresentare “la vita accanto” dei protagonisti del mio film. Ho raccontato così le vite di quattro giovani migranti, del loro tentativo di affermare una propria idea di famiglia.”