MÜLL IM GARTEN EDEN (POLLUTING PARADISE)

Germania, Italia 2012 – colore – 98’

 

Regia: Fatih Akin

Sceneggiatura: Fatih Akin

Fotografia: Hervé Dieu

Montaggio: Andrew Bird

Produttori: Fatih Akin, Klaus Maeck, Alberto Fanni, Flaminio Zadra, Paolo Colombo

Produzione: Corazón International con NDR, Dorje Film

 

 

SINOSSI

Camburnu è un piccolo villaggio di montagna nel nordest della Turchia. Benedetto dal clima mite e umido del Mar Nero, i suoi abitanti hanno vissuto di coltivazione di tè e di pesca per generazioni, in armonia con la natura che li circonda. Ma questo paesaggio idilliaco è minacciato dalla decisione del governo, presa dieci anni prima, di costruire una discarica di rifiuti direttamente sopra il villaggio. Nonostante le proteste del sindaco e degli abitanti, la discarica viene costruita. Nel 2006 Fatih Akin si reca a Camburnu per la prima volta, villaggio di nascita dei suoi nonni, per girare il finale del suo film The Edge of Heaven, e decide di agire nel modo che meglio conosce. Per oltre 5 anni documenta il sacrificio del piccolo villaggio e registra l’inevitabile disastro che ha flagellato questo paradiso.

 

 

NOTA CRITICA

Polluting Paradise dunque, è chiaramente più uno strumento di propaganda che non una qualunque sorta di reportage oggettivo. È evidente che Akin è fermamente schierato dalla parte dei cittadini di Camburnu, un pittoresco insediamento situato sotto rigogliose e scoscese piantagioni di tè. Spesso collaborando con lo storico locale Bünyamin Seyrekbasan, le cui fotografie e videoregistrazioni comprendono un esaustivo e preziosissimo archivio sul caso, Akin cataloga simpateticamente le lamentele dei numerosi residenti. Akin ed i suoi collaboratori ottengono poi un accesso cruciale al sito e ai suoi dintorni e si trovano spesso nel posto giusto esattamente al momento giusto.” (Neil Young, The Hollywood Reporter, 18/5/2012)