Una Domenica in Campagna

Francia 1984 – colore – 94’

 

Regia: Bertrand Tavernier
Sceneggiatura: Colo Tavernier O’Hagan, Bertrand Tavernier dal romanzo Monsieur Ladmiral va bientt mourir di Pierre Bost
Fotografia: Bruno de Keyzer
Montaggio: Armand Psenny
Scenografia: Patrice Mercier
Musica: Gabriel Fauré
Costumi: Yvonne Sassinot De Nesle
Interpreti: Louis Ducreux, Sabine Azéma, Michel Aumont, Monique Chaumette, Genevieve Mnich, Claude Winter, Thomas Duval, Quentin Ogier, Katia Wostrikoff
Produttori: Alain Sarda
Produzione: Sara Films, Antenne 2

 

SINOSSI

Nel 1912 Ladmiral, anziano pittore vedovo che ha perso il treno dell’impressionismo, vive con la governante nella sua villetta in una
campagna vicino Parigi. È domenica, e come sempre, aspetta il figlio Gonzague, con moglie e nipotini, che arrivano in treno. Non ha
grande stima del figlio e gli piacerebbe piuttosto ricevere la visita della figlia Irene, non altrettanto assidua nel passare la domenica in famiglia. La giornata trascorre fra un ottimo pranzo, la siesta e qualche passeggiata al fresco degli alberi già rosseggianti. Finalmente, nel pomeriggio, arriva con la sua automobile Irene, che piena di vitalità, imprevedibile ed irrequieta, rianima la placida domenica dei familiari: gioca con i nipotini, conduce il padre a un ballo all’aperto…

 

NOTA CRITICA

“(…) L’elaborazione dei personaggi è sottilmente ambigua, fecondamente bifronte, come sempre nel miglior Tavernier. E così la
struttura dell’opera è duplice, sfaccettata, come è doppia la natura dei suoi protagonisti. Tutti e tre – e questo è un altro sintomo della specularità dei contrasti – hanno la stessa visione di Madame Ladmiral, viva, e tutti e tre partecipano di quel regime visionario nel quale si risolve la favola del film. (…)” (Sergio Arecco, Bertrand Tavernier, Il Castoro)

 

PREMI PRINCIPALI 

1984 Cannes – Concorso: Miglior Regia 
1984 National Board of Review, USA: Miglior Attrice non Protagonista(Sabine Azéma), Miglior Film in Lingua Starniera 
1985 César: Miglior Sceneggiatura non Originale, Fotografia, Attrice
1985 London Critics Circle Film Awards: Film Straniero dell’Anno