POLONIA

IL DIAVOLO Diable – The devil

1972 – 35mm – colore – 119′

 

Regia: Andrzej Zulawski

Sceneggiatura: Andrzej Zulawski

Fotografia: Andrzej Jaroszewicz, Maciej Kijowski

Montaggio: Krzysztof Osiecki

Scenografia: Jan Grandys

Musica: Andrzej Korzynski

Trucco: Grazyna Topolska

Interpreti:Leszek Teleszynski, Wojciech Pszoniak, Małgorzata Braunek, Michal Grudzinski, Iga Mayr, Bozena Miefiodow, Anna Parzonka

Produzione: Zespól Filmowy “X”

 

SINOSSI

Inizio del XVIII Secolo, con il declino della Democrazia dei Nobili la Polonia viene spartita tra gli stati confinanti. Jakub, un insorto tenuto prigioniero in un chiostro, viene liberato da uno sconosciuto, che, affidandolo a una suora muta e folle, lo spinge a riconquistare la sua terra. Tornato a casa, Jakub scopre che il padre s’è ucciso e che le sue terre sono ora in mano a un uomo che dice d’essere il suo fratellastro. Mentre questi annuncia di voler sposare sua sorella, che intanto segue la strada della madre mai conosciuta e offre il suo corpo a tutti i passanti, Jakub ritrova la sua vecchia fidanzata, che sta per sposare un suo vecchio amico e complice nell’insurrezione contro lo Zar. Intanto lo sconosciuto non cessa di seguire a debita distanza l’evolversi delle cose…

 

NOTA CRITICA

“Per le evidenti allusioni all’attualità, alla rivolta studentesca e all’occupazione universitaria del marzo 1968, (il film) viene immediatamente bloccato dalla censura, restando invedibile per diciotto anni. Ancora una volta è l’avventura distruttiva del potere e della violenza a colpire Zulawski. (…). Per la descrizione così netta del protagonista, la messa in scena di un mondo dominato dall’inganno e dall’ambiguità, per il senso sempre attuale dell’ammonimento, si potrebbe dire che si tratta di “una storia profetica su coloro che tentano di cambiare il mondo attraverso la violenza… una storia di oggi, non solo di ieri”. (Giuseppe Gariazzo, Grazia Paganelli, Filmcritica n. 533, marzo 2003)