ITALIA

IO CI PROVO, QUANDO IL TEATRO ENTRA IN CARCERE

2015 – colore – 16’

 

Regia: Lara Napoli

Camera: Alessandro Salvini

Montaggio: Alessandro Salvini

Con: Gaetano, Alessio, Giuseppe, Paola Leone, Rita Russo, Riccardo Secci, Antonio Miccoli, Alessia Rollo, Gianluca Rollo

Produzione: Imovepuglia.tv

 

SINOSSI

Si può cambiare all’interno di un carcere? Può il carcere essere il luogo dove rinascere e non solo dove essere punito per il reato commesso? Qualcosa sta cambiando nella Casa Circondariale di Lecce Borgo San Nicola, in passato nota soprattutto per il sovraffollamento, la carenza del personale e strutturale. Io Ci Provo, quando il teatro entra in carcere parla di un investimento che ha coinvolto non solo un gruppo di detenuti, diventati attori. Coinvolge tutto il personale, dalla direzione alla polizia penitenziaria, perché si è capito che il teatro in carcere è un’occasione su cui scommettere. È rieducazione allo stato puro, perché porta le persone a riflettere su se stesse e a fare squadra. I detenuti-attori raccontano come la vita in carcere sia cambiata per salire su un palco di un teatro vero.

 

NOTA DI REGIA

“Questa storia è ben lontana dalla Sentenza Torreggiani con la quale la Corte europea dei diritti umani condannò l’Italia per trattamenti lesivi della dignità umana all’interno delle carceri. Questa storia racconta il cambiamento, proprio dietro le sbarre. È come se la sentenza di Strasburgo abbia portato l’amministrazione penitenziaria a fare autocritica. Racconto la storia della Compagnia Io Ci provo, guidata dalla regista Paola Leone, che da anni ormai lavora all’interno del carcere di Lecce. Gaetano è da dieci anni in carcere. Lui è il protagonista e racconta il suo amore per il teatro.”