TURKEY, GERMANY

IVY – Sarmaşik

2015 – DCP – colore – 103’

 

Regia: Tolga Karaçelik

Sceneggiatura: Tolga Karaçelik

Fotografia: Gökhan Tiryaki

Montaggio: Evren Luş

Scenografia: Ali Şahin

Musica: Ahmet Kenan Bilgi

Interpreti: Nadir Saribacak, Kadir Çermik, Özgür Emre Yıldırım, Hakan Karsak, Osman Alkaş

Produttore: Bilge Elif Turhan

Produzione: Karacelik Productions

 

SINOSSI

Un’imbarcazione di servizio sta portando tre nuovi membri dell’equipaggio su una nave cargo chiamata MV Sarmasik (IVY). La nave deve raggiungere il suo porto di carico in Egitto per poi scaricare le merci in Angola. Mentre naviga verso Sud, l’armatore, che non paga da tempo i marinai, va in bancarotta. La nave arriva al porto egiziano. Il capitano e tutti gli altri a bordo scoprono che la nave è ipotecata e che non possono né sbarcare a terra né chiamare il porto. La nave si deve fermare nell’area di ancoraggio. Il capitano stabilisce che, in base alle regole di sicurezza in mare, un numero minimo di membri dell’equipaggio deve restare sulla nave. Gli altri possono andare. In tutto cinque marinai si offrono di restare a bordo. Hanno tutti storie diverse, e un motivo per stare alla larga da Istanbul per un po’. Sin dall’inizio l’equipaggio si spacca in gruppetti. Piccoli conflitti sfociano in grandi scontri…

 

IL REGISTA: TOLGA KARAÇELIK

 

Tolga Karaçelik (nato nel 1981 a Istanbul) studia prima Legge all’Università Marmara di Istanbul, dopodiché segue un corso di cinema a New York. Il suo film di debutto Gişe memuru (Toll Booth, 2010) parla di un trentacinquenne impiegato al casello autostradale la cui esistenza abitudinaria è sconvolta dall’arrivo di un nuovo capo. Partendo da una trama piuttosto comune, il regista finisce poi per scavare nella psiche intransigente dei suoi personaggi, e così questa storia tragicomica si trasforma in una visione metaforica del mondo moderno. Per il suo secondo film Ivy (2015), di cui è anche sceneggiatore, sceglie ancora un ambiente chiuso, lavorando di nuovo con pochissimi protagonisti. Ivy ha avuto la sua première mondiale al Sundance 2015.

 

NOTA DI REGIA

“Il nerbo della storia è la poesia di Samuel Coleridge The Rime of the Ancient Mariner. I tre episodi della sceneggiatura cominciavano con passaggi della sua poesia che ne descrivevano l’essenza drammatica. Melville e Conrad, invece, mi hanno aiutato a creare i personaggi. (…) Questa storia mi ha dato modo di riflettere sull’autorità e sui rapporti personali. Ho capito che alcuni aspetti della situazione dei marinai ci accomunano tutti. I nostri capitani diventano ogni giorno più conservatori, in alcuni casi più fascisti. Ma non vedono che il mare non c’è più? Il mare non c’è più; e una nave che non può salpare non è una nave. Non è forse ora di farci la domanda che si fanno i marinai della nostra storia, e cioè: E adesso che ne facciamo del capitano? (…) Ivy è un film d’atmosfera, prima di tutto. (…) Un’estetica da 16mm con movimenti di macchina a mano e insicuri (…). Poiché è anche un film sulla perdita del senso del tempo”.

 

FILMOGRAFIA

2010 Gişe memuru (Toll Booth)

2010 Rapunzel (short)

2015 Sarmaşık (Ivy)

PREMI E FESTIVAL

2015 Sundance – World Cinema Competition

2015 Sydney IFF

2015 East End FF, London: Miglior Film 

2015 Karlovy Vary IFF – East of the West Competition

2015 Toronto Contemporary World Cinema

2015 Helsinki IFF

2015 Haifa

2015 Vancouver

2015 Hamburg

2015 Mostra de So Paulo

2015 Thessaloniki IFF – Competition

2015 Minsk

2015 Kolkata

2016 G
2016 Lecce European FF- Competition
2016 Beijing- Panorama


TRAILER