ITALIA

SHORT SKIN

2015 – DCP – colore – 83′

 

Regia: Duccio Chiarini

Sceneggiatura: Duccio Chiarini, Ottavia Maddeddu, Marco Pettenello con la collaborazione di Miroslav Mandic

Fototografia: Baris Ozbicer

Montaggio: Roberto Di Tanna

Scenografia: Ilaria Fallacara

Musica: Woodpigeon

Costumi: Ginevra De Carolis

Interpreti: Matteo Creatini, Francesca Agostini, Nicola Nocchi, Miriana Raschillà, Bianca Ceravolo, Bianca Nappi, Michele Crestacci, Francesco Acquaroli, Crisula Stafida, Anna Ferzetti, Lisa Granuzza di Vita

Produttori: Duccio Chiarini, Babak Jalali

Produzione: La Règle du Jeu

 

SINOSSI

Sin da quando è piccolo, il diciassettenne Edoardo soffre di una malformazione al prepuzio che gli impedisce di masturbarsi e lo rende insicuro ed impacciato con le ragazze. Chiuso nel suo microcosmo asessuato, reagisce infastidito alle pressioni del mondo circostante. Tutti attorno a lui sembrano saper parlare solo di sesso: l’amico Arturo, talmente ossessionato dall’idea di perdere la verginità che sarebbe pronto anche a pagare per farlo, i suoi genitori che premono affinché Edoardo si dichiari a Bianca, la vicina di casa arrivata come ogni anno da Milano per passare le vacanze dalla nonna; persino la sorellina Olivia, alla frenetica ricerca di una canina con cui fare accoppiare il cane di famiglia Teagan. Edoardo da prima cerca di risolvere il suo problema attraverso goffi stratagemmi…

 

IL REGISTA: DUCCIO CHIARINI

Nato e cresciuto a Firenze, studia cinema alla London Film School, dove con Babak Jalali fonda La Règle du Jeu, casa di produzione con cui realizza numerosi corti che ottengono importanti riconoscimenti internazionali come: Fine stagione, Alone Together, selezionato a Clermont Ferrand, e Lo zio con Marco Messeri. Nel 2011 presenta in anteprima a Venice Days il documentario Hit the road, nonna, che ottiene inoltre il Premio del Pubblico al Festival dei Popoli e la Menzione Speciale ai Nastri d’argento. Short Skin è il suo primo lungometraggio.

 

PREMI E FESTIVAL

2015 Mostra di Venezia – Biennale College Cinema: Menzione Speciale – AKAI International Film Fest Award

2015 Berlinale – Generation 14Plus