POLONIA

AKTORZY PROWINCJONALNI Provincial Actors Attori di provincia

1979 – 35mm – colore – 108’

 

Regia: Agnieszka Holland

Sceneggiatura: Agnieszka Holland, Witold Zatorski

Fotografia: Jacek Petrycki

Montaggio: Halina Nawrocka

Scenografia: Wladyslaw Bielski

Musica: Andrzej Zarycki

Costumi: Ludwika Niskiewicz

Interpreti: Halina Labonarska, Tadeusz Huk, Iwona Biernacka, Ewa Dalkowska, Slawa Kwasniewska, Kazimiera Nogajówn, Jerzy Stuhr

Produzione: Film Polski, Polish Corporation for Film Production, Zespól Filmowy “X”

 

SINOSSI

Un autoritario regista di Varsavia viene chiamato in un piccolo teatro di provincia per dirigere la messa in scena di Wyzwolenie (Liberazione), un dramma di Stanisław Wyspiański, uno dei più grandi artisti polacchi. L’evento ha un’importanza straordinaria per la vita degli attori, che sperano in un’occasione per arrivare a Varsavia. Così, mentre l’ambizioso regista dirige in maniera oltremodo autoritaria la messa in scena, nella compagnia si scatenano contrasti e piccole gelosie. Intanto tra il primo attore Krzysztof e sua moglie, Anka, le cose vanno male, con la donna che rimprovera al marito la sua inconcludenza. L’arrivo della rappresentazione fa compiere tutto, con gli attori che non esitano a blandire il critico giunto dalla città e Krzisztof che cerca una soluzione al dramma della sua esistenza.

 

 

NOTA CRITICA

“Esordio nella regia di un’ex assistente di Wajda e Zanussi, questo film, metà tra la metafora e il pamphlet, funzionò da salutare provocazione nell’atmosfera cupa del cinema polacco di quegli anni: mescolando sapientemente spunti realistici con invenzioni più autoriali, «dipinge con intelligenza, precisione e sottigliezza la vita di un teatro di provincia» nel quale regna un’atmosfera di mediocrità dovuta alle speranze insoddisfatte degli attori e alle loro delusioni. Un certo eccesso di verbosità non sminuisce la forza del film nell’affrontare il nodo esistenziale – prima ancora che politico – di chi tende ad amplificare gli ostacoli per renderli insormontabili.” (Paolo Mereghetti, Dizionario del film 1998)

 

PREMI 

1979 Polish FF – Concorso : Premio Migliore Attrice(Halina Labonarska)

1980 Cannes FF – Settimana della Critica: Premio FIPRESCI