PREMIO EMIDIO GRECO

Per il quinto anno consecutivo, il Festival del Cinema Europeo, insieme al Centro Nazionale del Cortometraggio e d’intesa con la famiglia, attribuisce un Premio in memoria del regista Emidio Greco, con l’intento di premiare un giovane autore italiano (massimo 35 anni) per il suo talento nella realizzazione di un cortometraggio.

Il Comitato di selezione è composto da Jacopo Chessa (Direttore Centro Nazionale del Cortometraggio), Lia Furxhi (Presidente AIACE Nazionale) e Alberto La Monica (Direttore Festival del Cinema Europeo) e la Giuria costituita dalla Famiglia Greco decreterà il vincitore.

I dieci cortometraggi finalisti: Il caffè si beve bestemmiando di Luigi Brandi (2016), Estinguersi di Giulio Rocca (2016), Food for Thought di Davide Gentile (2016), Good news di Giovanni Fumu (2016), Mostri di Adriano Giotti (2016), Ossa di Dario Imbrogno (2016), La santa che dorme di Laura Samani (2016), Rosa di Vincenzo Caricari (2016), L’ultima orazione di Gustav Baldassini (2016), La viaggiatrice di Davide Vigore (2016).

La prima edizione è stata vinta da Gabriele Mainetti con Tiger boy, la seconda da Cristina Picchi con Zima, la terza da Federico Di Corato e Alessandro De Leo con La baracca, la quarta da Francesca Mazzoleni con Lo so che mi senti.

Sabato 8 aprile alle ore 15.00 nel Castello Carlo V sarà presentato da Gemma Lanzo, Alessandro Greco, Anton Giulio Mancino, Francesco Maselli, Bruno Torri il volume “Il cinema di Emidio Greco” a cura di Gemma Lanzo (Edizioni dal Sud, 2017) che vuole restituire lo spirito di Emidio Greco, uomo dietro la macchina da presa e il suo approccio creativo al cinema e alle politiche culturali. Il libro fa parte della sezione di studi storico – critici sul cinema, curata dal Gruppo Pugliese SNCCI, compresi nella collana Percorsi di “Teca”, patrocinata dalla Biblioteca del Consiglio Regionale della Puglia. Contributi: Costanzo Antermite, Vito Attolini, Raffaele Cavalluzzi, Franco Cordelli, Stefano Gallerani, Gemma Lanzo, Alfonso Marrese, Mariangela Sansone, Silvana Silvestri, Cristina Soldano, Piero Spila, Bruno Torri.

cnc_logo

 

 

 

 


VETRINA FONDAZIONE CSC

Come ogni anno, questa sezione vuole promuovere alcune delle attività della Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia. In collaborazione con la CSC Production, vengono presentati alcuni dei film di diploma degli allievi della Scuola Nazionale di Cinema di Roma.

In rassegna: La santa che dorme di Laura Samani, Il suo ragazzo di Matteo Gentiloni, Né leggere né scrivere di Edoardo Ferraro, La finestra di Silvia Perra, Il regno di Francesco Fanuele, Gionatan con la G di Gianluca Santoni, Selfie (sh) di Ekaterina Volkova, Duale di Gianluca Santoni, Marco Camilli e Valentina Traini, Cosa faccio nella vita di Manuel De Pandis, Fabio Fusillo e Giovanni Sfarra.

Si aggiungono due film di diploma del Centro Sperimentale di Cinematografia, Scuola Nazionale di Cinema – Sede Abruzzo: Exhibit Human di Arianna Vergari e Cosa faccio nella vita? di Manuel De Pandis, Fabio Fusillo e Giovanni Sfarra.

In collaborazione con la Cineteca Nazionale, infine, sarà presentato il restauro di Processo alla città di Luigi Zampa (1952).

csc-cineteca

 

 

 


 

PUGLIA SHOW

Sono quattordici i cortometraggi selezionati per PUGLIA SHOW, tradizionale concorso riservato a giovani registi pugliesi under 35 anni, sezione curata da Luigi La Monica.

La Giuria del concorso composta da Gemma Lanzo (critica cinematografica), Nico Cirasola (attore, regista) e Giancarlo Visitilli (giornalista e critico cinematografico) assegnerà il Premio CNC-Centro Nazionale del Cortometraggio, il Premio Augustus Color ed il Premio di 1.000 € offerto dalla Contessa Maria José Pietroforte di Petruzzi.

Inoltre, verranno assegnati il Premio Rai Cinema Channel di 1.000 €, dalla Giuria composta da Maria Federica Lo Jacono e Manuela Rima (Marketing e Commerciale-Rai Cinema), ed il Premio Unisalento.

I cortometraggi in concorso: …Ed è subito notte di Paolo Rollo (2016); Beles – La stagione dei fichi d’india di Massimo Ruggiero (2016), Ecce homines di Antonella Zito (2016); Erma di Luciano Toriello (2017); Fantascienza medievale di Michele Alberto Chironi (2017); La fossa di Marcello Ciullo e Giuseppe Marino (2016); La fuitina di Andrea Simonetti (2016); Ieri e domani di Lorenzo Sepalone (2017); Ipotesi di un dio plausibile di Lucio Toma (2016); Manto di Gianluca Marinelli (2017); Mattia sa volare di Alessandro Porzio (2016); Scivolando nella notte di Vincenzo Borsellino (2016); Le silence di Guido Tabacco (2016); Valzer di Giulio Mastromauro e Alessandro Porzio (2016).

I cortometraggi fuori concorso: Appunti di viaggio di Andrea Natale (2016), Boossw di Ivan Banderblog (2016), Eclisse senza cielo di Carlo Michele Schirinzi (2016), Giochi di ruolo di Francesco Colangelo (2017), La morte del sarago di Alessandro Zizzo (2016), Nuvole incartate di Davide Faggiano (2017), Sindrome di Rina La Gioia (2016), Studio di Francesco Dongiovanni (2016), Tu non c’eri di Cosimo Damiano Damato (2016).

 


 

SESSUALITÀ E CORPI: IL PIACERE FEMMINILE

Venerdì 7 aprile, nella sala 4 del Multisala Massimo, il Festival del Cinema Europeo di Lecce presenta lavori di quattro collettivi europei: Insight (2016) di Lidia Ravviso – Le Ragazze del Porno, Queen Kong (2016) di Monica Stambrini – Le Ragazze del Porno, Skin (2009) di Elin Magnusson – Dirty Diares, Horney Beasts (2016) di Erika Lust – Xconfessions, Persephone (2014) con Cam Damage, Owen Gray – A Four Chambered Heart. A seguire, si terrà un dibattito tra la sociologa Mariella Popolla e le registe presenti moderato dalla curatrice Sarah–Hèléna van Put. Dalla metà degli anni ’80 la pornografia si arricchisce dello sguardo e delle riflessioni di artiste, di donne impegnate a legittimare la soggettività femminile di fronte a una tradizione che pensa il corpo e il piacere femminile come mezzo per affermare la virilità e rappresentare i desideri del gusto maschile. Conquistando la propria indipendenza e il proprio spazio all’interno della società e nelle produzioni audiovisive, molte donne, con esperienze e tempi diversi, hanno intrapreso un coraggioso progetto per realizzare prodotti pornografici che sappiano restituire un’immagine vera del piacere femminile. Hanno dato spazio così a un nuovo modo di produrre immagini hard e rilanciare nuovi piaceri identitari che non rientrano nella norma eterosessuale.

 

Leggi altro >>
CSC-icon

CSC Rassegna di cortometraggi

Come ogni anno, questa sezione vuole promuovere alcune delle attività della Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia. In collaborazione con la CSC...

leggi la scheda >>

SFONDO-E-GRECO

Premio Emidio Greco

Giunto alla quinta edizione, il Premio è istituito d’intesa con la famiglia di Emidio Greco in ricordo del grande amico e...

leggi la scheda >>

puglia-show

Puglia Show

Sono quattordici i cortometraggi selezionati per PUGLIA SHOW, tradizionale concorso riservato a giovani registi pugliesi under 35 anni, sezione curata da...

leggi la scheda >>

corpi-ok

SESSUALITÀ E CORPI: IL PIACERE FEMMINILE

Venerdì 7 aprile, nella sala 4 del Multisala Massimo, il Festival del Cinema Europeo di Lecce presenta lavori di quattro collettivi...

leggi la scheda >>