POLONIA

FOREST, 4 AM. Las, 4 rano

2016 – DCP – colore – 97’

 

Regia: Jan Jakub Kolski

Sceneggiatura: Jan Jakub Kolski, Krzysztof Majchrzak

Fotografia: Jan Jakub Kolski

Montaggio: Konrad Śniady

Scenografia: Paulina Korwin- Kochanowska

Musica: Luka

Costumi: Monika Onoszko

Interpreti: Krzysztof Majchrzak, Olga Bołądź, Marysia Blandzi, Michał Kowalski, Aleksandra Michael, Grzegorz Stelmaszewski

Produttore: Jan Jakub Kolski in coproduzione con in co-production with Agnieszka Janowska, Paweł Kosuń, Jacek Nagłowski, Robert Banasiak, Paweł Matysiak, Błażej Modras, Monika Głowacka

Produzione: Wytwórnia Doświadczalna in coproduzione con in co-production with Centrala, K2, Audiovisual Technology Centre, EC1 Łodź – City of Culture, City of Łódź

 

SINOSSI

Forst è un uomo ricco e ben organizzato. Quando facciamo la sua conoscenza, sembra il re del mondo. Ma un giorno lascia il posto di vicepresidente della sua azienda, provocando un danno che rende molto improbabile un suo ritorno. Molti anni dopo, ci troviamo nella foresta, alle 4 di mattina. Un trasandato e sudicio vagabondo, quasi ridotto allo stato di un selvaggio, sta sistemando delle trappole. Si tratta di Forst, ma è quasi irriconoscibile. Adesso vive nel bosco, in pace con la natura, in un rifugio costruito con le sue mani. La sua unica compagnia è un cane con tre zampe, e si nutre per lo più di selvaggina. Un giorno, una ragazzina tredicenne di nome Jadzia si presenta alla sua porta. Forst è ancora una volta costretto a fare dei cambiamenti nella sua vita…

 

IL REGISTA: JAN JAKUB KOLSKI

Regista, sceneggiatore, direttore della fotografia, scrittore, docente universitario, membro della Polish e della European Film Academy. Nel corso della sua carriera professionale ha realizzato oltre venti documentari, sedici lungometraggi, e scritto otto romanzi. I suoi film sono stati premiati diverse volte in festival quali Cannes, Venezia, Berlino, Tokyo, Mosca e Montreal. Proviene da una famiglia fortemente connessa all’industria cinematografica.

 

NOTA DI REGIA

“Krzysztof ha messo in scena ogni aspetto della sua personalità. È al tempo stesso duro e gentile, può fare paura, far commuovere, mettere in soggezione. Ti offre davvero l’intera gamma delle emozioni. La sua compagna sullo schermo qui è Marysia Blandzi – persona di incredibile talento, fragile a prima vista. In un ruolo bellissimo e di grande impatto emotivo troviamo anche Olga Bołądź, che un attimo è delicata al punto da sembrare trasparente e dopo pochi istanti diventa forte e assertiva, e lotta per il futuro. Loro tre sono una costellazione di emozioni sullo schermo. Tutto ciò che dovete fare è andare al cinema e rendervi conto di quanto sia toccante ciò che accade fra loro.”

 

 

FILMOGRAFIA

1990 Pogrzeb Kartofla (Burial of a Potato)

1993 Jancio Wodnik (Johnnie the Aquarius)

1994 Cudowne Miejsce (Miraculous Place)

1995 Grajacy z Talerza (Playing from the Plate)

1996 Szabla od Komendanta (The Commanders Sword)

1998 Magneto

1998 Historia kina w Popielawach (History of Cinema in Popielawy)

2000 Daleko od okna (Far from the Window)

2003 Pornografia (Pornography)

2005 Solidarnosc, Solidarnosc… (Solidarity, Solidarity; segment The Great Bear)

2006 Jasminum

2009 Afonia i Pszczoly

2010 Wenecja (Venice)

2012 Zabic Bobra (To Kill a Beaver)

2014 Serce, Serduszko (The Heart and the Sweetheart)

2016 Las, 4 rano (Forest, 4 AM)

FESTIVALS

2016 Shanghai IFF

2016 Gdynia Polish FF

2016 Camerimage