TURCHIA, FRANCIA

IKLIMLER Climates Il piacere e l’amore

2006 – HDCAM/35mm – colore – 97’

 

Regia: Nuri Bilge Ceylan

Sceneggiatura: Nuri Bilge Ceylan

Fotografia: Gökhan Tiryaki

Montaggio: Ayhan Ergürsel, Nuri Bilge Ceylan

Suono: Ismail Karadaş

Interpreti: Ebru Ceylan, Nuri Bilge Ceylan, Nazan Kesal, Mehmet Eryılmaz, Arif Aşçı, Can Özbatur, Ufuk Bayraktar, Fatma Ceylan, M. Emin Ceylan, Semra Yılmaz.

Produttori: Zeynep Özbatur, Fabienne Vonier, Cemal Noyan, Nuri Bilge Ceylan.

Produzione: Pyramide Films, Co Production, Imaj, NBC Film

 

SINOSSI

Isa e Bahar si sono amati profondamente ma, dopo il matrimonio, le nubi hanno offuscato il loro rapporto. Professore universitario lui e produttrice televisiva lei nella Istanbul di oggi, dovrebbero superare l’incomunicabilità che sta devastando la loro unione. Invece entrambi reagiscono alla crisi in maniera infantile e prevedibile. Il marito trova consolazione fra le braccia di una ex amante, la moglie si rinchiude in uno stato d’animo prossimo alla depressione.

 

NOTA CRITICA

“Nuri Bilge Ceylan è un regista molto terreno, ma il suo nuovo film Il Piacere e l’Amore/Iklimler è intriso di malinconia. Istanbul, in questo caso, ha un ruolo marginale, è lo sfondo piovoso della breve sezione centrale di un film che inizia con il sole e finisce con la neve. Anche qui, come in Uzak, il protagonista è un fotografo (proprio come Ceylan prima di diventare un regista, si veda pagina 24), ma invece di assegnare la parte alla solita controfigura dilettante di talento Muzzafer Ozdemir, stavolta è Ceylan stesso a interpretare il ruolo centrale di Isa. E giusto per aumentare il senso di rischio registico, la parte della moglie di Isa, Bahar, è interpretata dalla moglie di Ceylan, Ebru.” (Nick James, Sight & Sound, Febbraio 2007)

 

PREMI 

2006 Cannes FF – Concorso: Premio FIPRESCI 

2006 Black Night FF, Estonia: Miglior Regista, Premio Don Quijote 

2007 Istanbul FF: Miglior Film, Premio del Pubblico