ITALIA

IL SOSPETTO The Suspect

1975 – 35mm – colore – 115’

 

Regia: Francesco Maselli

Sceneggiatura: Francesco Maselli, Franco Solinas

Fotografia: Giulio Albonico

Montaggio: Vincenzo Verdecchi

Scenografia: Gabriele D’Angelo

Musica: Giovanna Marini

Costumi: Giovanna Deodato

Interpreti: Gian Maria Volonté, Annie Girardot, Renato Salvatori, Gabriele Lavia, Bruno Corazzari, Felice Andreasi

Produttrice: Grazia Volpi

Produzione: Cinericerca

 

SINOSSI

1932. Emilio, dirigente del Partito Comunista Italiano, viene radiato per il suo dissenso nei confronti della linea politica e fugge a Parigi. Due anni dopo, chiede al Centro Estero della capitale francese di poter essere riammesso nel partito. Viene così inviato a Torino per individuare una spia presente nel direttivo piemontese. Il capoluogo piemontese è infatti un centro nevralgico della lotta operaia per la presenza dell’industria automobilistica. Ignaro di tutto, Emilio è però seguito dall’OVRA, che sfrutta i suoi movimenti per identificare i membri del direttivo e imprigionarli. Emilio rifiuta di collaborare con gli oppressori e accetta di essere incarcerato insieme ai compagni, senza che sia chiarita l’esistenza o meno della spia.

 

NOTA CRITICA

“Lo studio dall’interno dell’azione politica del partito comunista italiano, (…) la linea di sviluppo di un racconto che vuole essere emblematico d’una militanza ideologica e politica, di cui si mettono in luce non tanto le contraddizioni quanto le difficoltà storiche. Pertanto il film è continuamente in bilico tra l’intento documentario e quello ludico, con l’alternanza di sequenze chiaramente didattiche e di altre fortemente incisive sul piano spettacolare, anche l’ambientazione storica è particolarmente curata e credibile.” (Gianni Rondolino, Catalogo Bolaffi del Cinema Italiano)

 

PREMI 

1976 Nastri d’Argento: Nomination come Miglior Produttore, Miglior Soggetto, Migliore Sceneggiatura, Migliore Musica