ITALIA

LO CHIAMAVANO JEEG ROBOT They Call Me Jeeg

2015 – DCP – colore – 118′

 

Regia: Gabriele Mainetti

Sceneggiatura: Nicola Guaglianone, Menotti

Fotografia: Michele D’Attanasio (AIC)

Montaggio: Andrea Maguolo con la collaborazione di Federico Conforti

Scenografia: Massimiliano Sturiale

Musica: Gabriele Mainetti, Michele Braga

Costumi: Mary Montalto

Interpreti: Claudio Santamaria, Luca Marinelli, Ilenia Pastorelli, Stefano Ambrogi, Maurizio Tesei, Francesco Formichetti, Daniele Trombetti, Antonia Truppo, Salvo Esposito, Gianluca Di Gennaro

Produttore: Gabriele Mainetti

Produzione: Goon Films in collaborazione con Rai Cinema

 

SINOSSI

Enzo Ceccotti entra in contatto con una sostanza radioattiva. A causa di un incidente scopre di avere una forza sovraumana. Ombroso, introverso e chiuso in se stesso, Enzo accoglie il dono dei nuovi poteri come una benedizione per la sua carriera di delinquente. Tutto cambia quando incontra Alessia, convinta che lui sia l’eroe del famoso cartone animato giapponese Jeeg Robot d’acciaio.

 

IL REGISTA: GABRIELE MAINETTI

Gabriele Mainetti è attore, regista, compositore e produttore. Con il suo ultimo cortometraggio, Tiger Boy (2012), ha ottenuto diversi riconoscimenti in Italia e all’estero, compresi il Nastro d’Argento nel 2013 e la prima edizione del nostro Premio Emidio Greco. Tiger Boy ha inoltre trovato posto nella short list di dieci progetti concorrenti per la Nomination all’ Oscar – categoria “Live action short”. Gabriele Mainetti è anche conosciuto per il corto Basette (2008), che ha partecipato ad oltre 50 festival. Lo chiamavano Jeeg Robot è il suo primo lungometraggio.

 

PREMI

2016 David di Donatello: Migliore Regista Esordiente, Produttore, Attrice, Attore, Attrice non Protagonista (Antonia Truppo), Attore non Protagonista (Luca Marinelli), Montatore 

2016 Globi d’Oro, Italy: Miglior Film 

2016 Nastri d’Argento: Miglior Regista Esordiente, Attore non Protagonista (Luca Marinelli)