ITALIA

STORIA DI CATERINA Story of Caterina

1953 – 35mm – b&n – 40’ 

 

Regia: Francesco Maselli con la collaborazione di Cesare Zavattini

Sceneggiatura: Cesare Zavattini

Fotografia: Gianni Di Venanzo

Montaggio: Eraldo Da Roma

Scenografia: Gianni Polidori

Musica: Mario Nascimbene

Interpreti: Caterina Rigoglioso

Produttori: Marco Ferreri, Riccardo Ghione

Produzione: Faro Film

 

SINOSSI

Caterina Rigoglioso, giovane ragazza siciliana, dopo essersi trasferita a Roma viene sedotta e poi lasciata dal suo compagno. Non potendo mantenere il figlio appena nato con il suo modesto lavoro di domestica, lo abbandona nel giardino di un orfanotrofio, spiandone la sorte da lontano. Episodio del film collettivo Amore in città.

 

NOTA CRITICA

“Primo esperimento nella linea del “pedinamento della realtà” dopo i capolavori del neorealismo, Amore in città doveva essere, nelle intenzioni di Zavattini e degli altri artefici dell’iniziativa, il numero di avvio di una “rivista” semestrale. In realtà, per il disastroso esito commerciale, rimase un caso isolato che ebbe il merito di anticipare di alcuni anni i vari tentativi di cinema-verità. (…) L’episodio più significativo di Amore in città, che da solo occupa quasi la metà del film, fu quello diretto da Maselli e Zavattini, in cui la realtà delle immagini, casuali o ricercate, si sostituisce all’altra realtà (quella “vera”) ricreandola.” (Fernaldo Di Giammatteo, Dizionario Universale del Cinema)