ITALIA

TUTTI GIÙ PER TERRA We All Fall Down

1997 – 35mm – colore – 98’

 

Regia: Davide Ferrario

Sceneggiatura: Davide Ferrario dal romanzo di Giuseppe Culicchia

Fotografia: Giovanni Cavallini

Montaggio: Claudio Cormio, Luca Gasparini

Scenografia: Franca Bertagnolli

Musica: C.S.I.

Costumi: Cristiana Bruguier Pacini, Emanuela Pischedda

Interpreti: Valerio Mastandrea, Carlo Monni, Caterina Caselli, Luciana Littizzetto, Giovanni Lindo Ferretti, Anita Caprioli, Benedetta Mazzini

Produttori: Gianfranco Piccioli

Produzione: Hera International Film

 

SINOSSI

Walter, 22 anni, torna a Torino dai genitori dopo aver trascorso l’adolescenza a Roma dalla zia Caterina. Frequenta l’università con poca convinzione, e passa le giornate a bighellonare per la città. Partito per il servizio civile, lavora in un centro di assistenza per extracomunitari dove si sente poco utile. La morte improvvisa di zia Caterina gli procura un brutto colpo, e così si rassegna ad accettare un posto di commesso. Un giorno, inseguendo una zingara che si aggirava nel magazzino, ha un rapporto improvviso con lei. Un evento che forse lo farà crescere e maturare.

 

 

NOTA CRITICA

“Un film di impressioni e di sensazioni, metà dal vero (…), metà immaginato, con il commento, lucido e spesso acido di quello stesso protagonista, intento ad analizzare, con perpetuo disincanto, i propri atti.” (Gian Luigi Rondi, Il Tempo)

“Ferrario ha il coraggio di non barare: il protagonista ventiduenne di Tutti giù per terra non è lui: l’isolamento, la mancanza di utopia, il nichilismo di Walter non sono i suoi. Ma lui sa riprenderli e raccontarli senza scimmiottare il “racconto giovanilistico” e, contemporaneamente, senza giudicarli. (Emanuela Martini, Film TV)

 

PREMI 

1997 Locarno IFF: Premio Speciale a Valerio Mastandrea

1997 Ciak d’Oro: Miglior Montaggio, Migliore Colonna Sonora

1999 Cinequest San Jose FF: Premio Maverick Spirit a Davide Ferrario