Il IX Premio Mario Verdone va a Roberto De Paolis per Cuori puri, un film intenso e insieme carico di realismo che rivela con l’attualità del tema, una capacità narrativa forte fin dalle prime inquadrature.  Raccontando marginalità e voglia di riscatto e, senza alcuna tentazione retorica, dimostra infatti che -anche in condizioni di conflitti sociali evidenti-  esiste la possibilità che un incontro d’amore possa vincere il doppio disagio esistenziale che il vissuto dei due protagonisti, grazie a una regia sensibile e attenta, racconta anche attraverso un’ottima direzione di tutto il cast.

Il Premio Mario Verdone, giunto alla nona edizione, istituito dal Festival del Cinema Europeo insieme alla Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia e al Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani, in accordo con la famiglia Verdone, viene assegnato da Silvia, Carlo e Luca Verdone a un giovane autore (massimo 40 anni) che con la sua opera prima si sia particolarmente distinto nell’ultima stagione cinematografica. Il riconoscimento vuole onorare il critico, saggista e storico del cinema Mario Verdone, sempre attento nella scoperta di artisti di talento, non solo nel Cinema ma nel mondo dell’arte in generale, come dimostrano i suoi numerosi saggi e scritti.

APERTURA ISCRIZIONE FILM |...

Aperte le iscrizioni per la XX edizione...

PREMI DELLA XIX EDIZIONE

PREMI DELLA XIX EDIZIONE DEL FESTIVAL DEL...

anteprima nazionale: Respiri di...

In anteprima nazionale, fuori concorso, sarà presentato...

Road to Myself di...

Per concludere gli appuntamenti con Cinema e Realtà...