ITALIA

IL BI E IL BA

1986 – 35mm – colore – 90′

 

Regia: Maurizio Nichetti

Sceneggiatura: Maurizio Nichetti, Silvia Napolitano, Nino Frassica, Daniela Conti

Fotografia: Cristiano Pogány

Montaggio: Fiorenza Müller

Scenografia: Claudio Cinini

Musica: Detto Mariano

Costumi: Gianna Gissi

Interpreti: Nino Frassica, Leo Gullotta, Marco Messeri, Daniela Conti, Maria Giovanna Elmi

Produttori: Giovanni Bertolucci, Nicola Carraro

Produzione: San Francisco Film, New Team, in collaborazione con Rai

 

SINOSSI

Antonino Scannapieco è un trentenne siciliano senza una lira, ma con un eloquio sconvolgente. Dopo aver convinto gli amici del suo paese che la causa di tutti i loro problemi è la forfora e che l’unico in grado di aiutarli è il professor Svernagovich, riesce a farsi finanziare un viaggio a Roma, dove vive il luminare. Stabilitosi a casa degli zii, viene poi coinvolto in una serie di surreali avventure dove, un po’ grazie alla sua faccia tosta, un po’ per l’aiuto di incredibili e fortunate coincidenze, riesce sempre a farla franca, a sgominare bande criminali e a farsi passare per giornalista. L’incontro con Svernagovich, però, si rivela l’obiettivo più difficile da raggiungere…

 

NOTA DI REGIA

“Frassica era famoso perché aveva fatto il frate in televisione con Arbore. Il suo era un personaggio che parlava molto senza muoversi troppo. Io, che avevo teorizzato il comico del movimento continuo, accettai la scommessa di fare un film con un collega famoso per una comicità che era all’opposto della mia. (…) Sicché ho preso il film come un’esercitazione. Per esempio, mi piaceva un certo tipo di scioglilingua che si trovava negli sketch di Totò e con Frassica avevo la possibilità di rivisitarlo.”

(Maurizio Nichetti– I film, il cinema e…, a cura di Massimo Causo e Carlo Chatrian, Effatà Editrice 2005)