ITALIA

IL CAMPIONE 

2019 – DCP – colore – 107’

 

Regia: Leonardo D’Agostini

Sceneggiatura: Giulia Steigerwalt in collaborazione con in collaboration with Antonella Lattanzi, Leonardo D’Agostini

Fotografia: Michele Paradisi

Montaggio: Gianni Vezzosi

Scenografia: Alessandro Vannucci

Costumi: Valentina Taviani

Interpreti: Stefano Accorsi, Andrea Carpenzano, Ludovica Martino, Mario Sgueglia, Anita Caprioli, Massimo Popolizio

Produttori: Matteo Rovere, Sydney Sibilia

Produzione: Groenlandia con with Rai Cinema

Distribuzione Distribution: 01 Distribution

World Sales: True Colours – Glorious Film

 

SINOSSI

Giovanissimo, pieno di talento, indisciplinato, ricco e viziato. Christian Ferro è IL CAMPIONE, una rockstar del calcio tutta genio e sregolatezza, il nuovo idolo che ha addosso gli occhi dei tifosi di un’intera città e della serie A. Valerio Fioretti, solitario e schivo, con problemi economici da gestire e un’ombra del passato che incombe sul presente, è il professore che viene affiancato al giovane goleador quando – dopo l’ennesima bravata – il Presidente del club decide che è arrivato il momento di impartirgli un po’ di disciplina. Tra i due all’inizio saranno scintille, ma presto si troveranno l’uno accanto all’altro, generando un legame che farà crescere e cambiare entrambi.

 

IL REGISTA: LEONARDO D’AGOSTINI

È nato a Roma nel 1977. Come regista ha realizzato numerosi cortometraggi fra cui Smart! (vincitore del Festival Arcipelago ‘04 e finalista ai Nastri d’Argento) e Sangre de Perro (finalista ai Nastri d’Argento 2007) oltre che spot pubblicitari e videoclip. Dal 2009 al 2017 ha lavorato come editor e sceneggiatore per Taodue srl in numerose serie televisive Mediaset come Il tredicesimo apostolo, Il bosco, Solo e Rosy Abate, per queste ultime due, curando anche la regia della seconda unità. Il Campione è il suo primo lungometraggio.

 

NOTA DI REGIA

“Nel racconto della storia ci siamo chiesti: cosa succederebbe se a un giovane allergico a ogni regola e insegnamento fosse affiancato un uomo che, invece, quelle regole gliele deve dare e di conseguenza, senza neanche rendersene conto, farlo crescere? Cosa significa per quel ragazzo trovare prima un professore, e poi nel professore il padre che non ha mai avuto, un amico vero e un maestro che gli insegni ad apprezzare quello che ha, il suo talento, e a cercare di migliorarsi? E se dall’altra parte quell’uomo fosse uno che non ha più nulla da chiedere, da ottenere (e nemmeno da perdere), né qualcosa a cui aspirare, uno che sente di aver sbagliato tutto nella vita e non ha più voglia di ricominciare, che ha perso il gusto di vivere. Se quest’uomo venisse catapultato in un mondo in cui tutto è possibile, cosa succederebbe fra i due?”

 

FILMOGRAFIA

2004 Smart! (short)

2007 Sangre de Perro (short)

2019 Il campione