ITALIA, FRANCIA, GERMANIA

IL CONFORMISTA

1970 – 35mm – colore – 113’

 

Regia: Bernardo Bertolucci

Sceneggiatura: Bernardo Bertolucci, Franco Arcalli, dal romanzo di Alberto Moravia

Fotografia: Vittorio Storaro

Montaggio: Franco Arcalli

Scenografia: Ferdinando Scarfiotti

Musica: Georges Delerue

Costumi: Gitt Magrini

Interpreti: Jean-Louis Trintignant, Stefania Sandrelli, Gastone Moschin, Enzo Tarascio, Fosco Giachetti, José Quaglio, Yvonne Sanson

Produttore: Maurizio Lodi-Fè

Produzione: Mars Film, Marianne Productions, Maran Film

 

SINOSSI

1938. Marcello Clerici ha ucciso a 11 anni un uomo che voleva abusare di lui, e si è poi avvicinato alla polizia segreta fascista diventando una spia. Ora cerca di usare il suo viaggio di nozze a Parigi con Giulia, come copertura per eliminare il suo ex insegnante di filosofia, il prof. Quadri, noto dissidente del regime, rifugiatosi in Francia. Riuscito a farsi invitare a casa di Quadri, Marcello rimane però folgorato dalla bellezza di Anna, la moglie del professore, che a sua volta si invaghisce di Giulia. Per lui, pur tra mille tormenti, diventa quindi inevitabile eliminare anche Anna. Qualche anno dopo, la sera del 25 luglio 1943, alla caduta del fascismo, l’incontro fortuito con l’uomo che credeva di aver ferito a morte da bambino segnerà per Marcello l’ora della resa dei conti.

 

NOTA CRITICA

“Un’opera complessa, dalle consistenti stratificazioni, il cui andamento quasi irregolare assomiglia ad un incontro galante che diventa ritmo amoroso dell’accoppiamento, che si ferma e riprende alla ricerca della maniacale perfezione, che non sconfina mai nella maniera. Quindi un film anche sul desiderio che non ha età. (…) Giulia [è] ancora una volta Stefania Sandrelli, che ha attraversato davvero le stagioni di un cinema essenziale, fulcro di un futuro forse mai del tutto arrivato, ma seme essenziale di un presente ricco di suggestioni.”

(Tonino De Pace,Sentieri Selvaggi)

 

PREMI 

1970 Berlinale: Premio Interfilm, Premio Speciale dei Giornalisti

1971 David di Donatello: Miglior Film

1972 Oscar: Candidato per la Migliore Sceneggiatura