ITALIA

LA BELLA DI LODI

1963 – 35mm – B/N – 80′

 

Regia: Mario Missiroli

Sceneggiatura: Mario Missiroli, Alberto Arbasino dal suo romanzo

Fotografia: Tonino Delli Colli

Montaggio: Nino Baragli

Scenografia: Danilo Donati

Musica: Piero Umiliani

Costumi: Danilo Donati

Interpreti: Stefania Sandrelli, Ángel Aranda, Elena Borgo, Maria Monti, Giuliana Pogliani, Cesare Di Montignano, Gianni Clerici

Produttore: Alfredo Bini

Produzione: Arco Film

 

SINOSSI

Roberta, giovane e bella proprietaria terriera lombarda, conosce Franco, un meccanico squattrinato e opportunista, su una spiaggia della Versilia. Subito attratti l’uno dall’altra, i due iniziano una relazione che si snoda lungo l’autostrada del Sole, tra incontri e fughe in alberghi di lusso di varie località d’Italia, respirando le atmosfere del boom economico. Roberta cerca quindi di mettere a frutto le qualità dell’uomo, comprando un garage per farne un manager del settore automobilistico. Il rapporto d’amore, ma con un’attenzione particolare agli affari, funziona a dispetto della diversità dei caratteri.

 

NOTA CRITICA

“Da un sodalizio tra un giovane, rissoso, sofisticato “pamphletaire” come Arbasino e un sottile, colto, intelligente teatrante come Mario Missiroli (collaboratore di Zurlini per Cronaca familiare ) era legittimo attendersi un’opera provocatoria. La provocazione comincia dall’intrigo, quello della ragazza ricca che s’innamora del giovane povero e che, dopo varie peripezie, se lo sposa. Nulla di più convenzionale, all’apparenza, ma il lavoro d’erosione e di ribaltamento dei miti romantici comincia da lì.”

(Morando Morandini,Bianco e Nero, anno XXIV n.3, marzo 1963)