ITALIA

LA CHIAVE

1983 – 35mm – colore – 116’

 

Regia: Tinto Brass

Sceneggiatura: Tinto Brass, dal romanzo di Junichiro Tanizaki

Fotografia: Silvano Ippoliti

Montaggio: Tinto Brass

Scenografia: Paolo Biagetti

Musica: Ennio Morricone

Costumi: Jost Jakob

Interpreti: Stefania Sandrelli, Frank Finlay, Franco Branciaroli, Maria Grazia Bon, Armando Marra, Barbara Cupisti

Produttore: Giovanni Bertolucci

Produzione: San Francisco Film

 

SINOSSI

Venezia, vigilia della Seconda Guerra Mondiale. L’anziano professore Nino Rolfe, direttore della Biennale d’Arte, incapace di stabilire un legame autentico con la moglie Teresa, più giovane e che risponde freddamente alle sue avance, lascia di proposito incustodita la chiave del cassetto in cui tiene nascosto il diario dove sono descritte le sue lussuriose fantasie sessuali. Teresa lo legge e, eccitata dal gioco, inizia a scriverne uno anche lei, raccontando la passione amorosa che la lega a Laszlo, giovane ungherese fidanzato con sua figlia Lisa. La ritrovata intesa fra i due coniugi non salverà però il rapporto da un tragico epilogo.

 

NOTA DEL REGISTA

“Mi piaceva la storia e mi piaceva Tanizaki, che era il più occidentale tra gli scrittori orientali (…) Tutto questo più Venezia, una Venezia che è fatta di luce. Ma non si vedono mai i luoghi della Venezia turistica; sono convinto che Venezia sia tutta una questione di luci, di colori, di rifrazioni. (…) La Sandrelli accettò perché era una donna – oltre che un’attrice – molto sensuale. Nel film, al personaggio di Teresa lei ha dato un vero apporto di sensualità, anche come donna, a differenza di molti altri personaggi che negli anni mi sono inventato io in montaggio…”

(Tinto Brass, da Monamour – Il cinema erotico di Tino Brass, Nocturno Dossier n. 25,Agosto 2004)