LITUANIA

SUMMER SURVIVORS Išgyventi Vasarą

2018 – DCP – colore – 91’

 

Regia: Marija Kavtaradze

Sceneggiatura: Marija Kavtaradze

Fotografia: Laurynas Bareiša, Vytautas Katkus

Montaggio: Domas Petronis

Scenografia: Aurimas Akšys

Musica: Domas Strupinskas

Costumi: Fausta Naujale

Interpreti: Indrė Patkauskaitė, Paulius Markevičius, Gelminė Glemžaitė

Produttrice: Marija Razgutė

Produzione: M-Films

World Sales: Heretic Outreach

 

SINOSSI

Indre, una giovane e ambiziosa psicologa ricercatrice che ha acconsentito, suo malgrado, a seguire il trasferimento di due pazienti da un reparto psichiatrico a un altro in cambio di una serie di privilegi per la ricerca nella sua clinica, si ritrova a gestire un gruppo alquanto sgangherato nel lungo viaggio verso il mare. Paulius è un ragazzo socievole affetto da un disturbo bipolare, la cui fase maniacale è in netto contrasto con il carattere introverso di Juste e le sue ferite non visibili dall’esterno. Entrambi, ognuno a modo suo, combattono le battaglie interiori che li contraddistinguono. Mentre intraprendono tutti insieme un cammino di sopravvivenza, quella che sembra una semplice passeggiata estiva tra amici e risate potrebbe essere l’inizio della guarigione, in questa storia agrodolce che — proprio come l’estate — è piena di speranze e sorprese e promette che tutto è possibile.

 

LA REGISTA: MARIJA KAVTARADZE

Nata nel 1991, la regista e sceneggiatrice Marija Kavtaradzė si è laureata in Regia Cinematografica presso la Lithuanian Academy of Music and Theatre nel 2014. Uno dei suoi ultimi cortometraggi narrativi, I’m Twenty Something , del 2014, è stato premiato come miglior film realizzato da uno studente ai Lithuanian Film Academy Awards Silver Crane 2015. Ha inoltre co-sceneggiato il lungometraggio The Saint diretto da Andrius Blazevicius e prodotto da M-Films; il film, presentato in anteprima ai Festival di Busan e Varsavia nel 2016, è stato distribuito nelle sale lituane nel 2017, con un incasso di oltre 250 000 €. Considerata una delle registe lituane emergenti di maggior talento, Marija Kavtaradze ha potuto contare sul sostegno del Lithuanian Film Centre per Summer Survivors, il suo primo lungometraggio.

 

NOTA DI REGIA

“Ho realizzato Summer Survivors perché c’è ancora un grande stigma sulla malattia mentale, non solo in Lituania, ma in tutto il mondo. Per me era fondamentale rappresentare le diagnosi che ho scelto per i miei personaggi in maniera accurata e dettagliata, e anche dimostrare come i disturbi mentali siano un fatto naturale, tanto quanto una qualsiasi patologia fisica. Sin dalle prime fasi di stesura della sceneggiatura, e durante tutta la realizzazione, ho fatto di tutto affinché i protagonisti, Paulius e Juste, risultassero realistici, coerenti e credibili, e la loro identità andasse al di là delle loro diagnosi. In certi momenti li vediamo lottare con le proprie malattie, ma nella scena successiva nessuno, guardando questi personaggi dall’esterno, direbbe che soffrano di disturbi mentali, perché molte di queste patologie sono invisibili – era questo che volevo far vedere. Volevo che i protagonisti venissero percepiti come eroi che combattono una guerra nella propria mente. Questo film è il mio messaggio d’amore per tutti coloro che sanno cosa significa combattere questa guerra – per chi sopravvive, e chi non ce la fa.”

 

FILMOGRAFIA

2013 Youngblood (short)

2014 I’m Twenty Something (short)

2015 Iglu (Igloo, short)

2018 Išgy venti Vasarą (Summer Survivors)

 

PREMI E FESTIVAL

2018 Toronto IFF – Discovery

2018 Athens International Film and Video Festival

2018 Reykjavík IFF – Competition

2019 Göteborg FF