ITALIA, FRANCIA

TE LO LEGGO NEGLI OCCHI

2004 – 35mm – colore – 82’

 

Regia: Valia Santella

Sceneggiatura: Valia Santella, Heidrun Schleef da un soggetto di Valia Santella, Linda Ferri

Fotografia: Tommaso Borgstrom

Montaggio: Clelio Benevento

Scenografia: Eugenia F. di Napoli

Musica: Paolo Fresu

Costumi: Maria Rita Barbera

Interpreti: Stefania Sandrelli, Teresa Saponangelo, Camilla Di Nicola, Luigi Maria Burruano, Ernesto Mahieux

Produttori: Nanni Moretti, Angelo Barbagallo

Produzione: Sacher Film

 

SINOSSI

La storia di tre donne, tre generazioni che si allontanano e si riavvicinano, divise fra Roma e Napoli. Donna vulcanica e imprevedibile, Margherita è una cantante costretta ad affrontare una crisi personale e professionale, causata da un serio problema alle corde vocali. Chiara, sua figlia, ha abbandonato le proprie radici, vive a Roma e fa la logopedista. Il rapporto con sua madre si è costruito soprattutto sulle opposizioni e gli allontanamenti. Un ponte fra loro due è costituito da Lucia, la figlia di Chiara. La bambina vive il rapporto con la nonna come una ventata di libertà. E Margherita, attraverso la nipote, riesce a essere la madre che non è riuscita a essere per Chiara.

 

NOTA CRITICA

“Te lo leggo negli occhi di Valia Santella, erede di una rinomata stirpe di teatranti napoletani, è a suo modo una storia autobiografica arricchita dalla dialettica degli affetti e dalla bella confusione che a volte essi provocano.”

(Maurizio Porro,Il corriere della sera, 11 settembre 2004)

“È un film di sommovimenti dell’anima e non di fatti e di intreccio, ed è certamente il film di una donna. Efficacissima Saponangelo,quanto a Sandrelli sembra un ruolo pensato a sua misura.”

(Paolo D’Agostini,la Repubblica, 4 settembre 2004)

 

PREMI 

2004 Premio FICE: Migliore Attrice (Teresa Saponangelo)