Top

POKUT’

UCRAINA – 2021 – DCP – colore – 75’

Regia: Andrii Kokura
Sceneggiatura: Andrii Kokura
Cinematografia: Andrii Kokura
Montaggio: Andrii Kokura
Scenografia: Andrii Kokura
Musica: Andrii Kokura
Costumi: Andrii Kokura
Interpreti: Kateryna Hretskykh (Asya), Alina Kostiukova (madre), Max Sunwriter (lo straniero), Andriy Romaniy (padre), Dasha Volga (Vika), Valerii Kokura (automobilista)
Produttore: Andrii Kokura, Valerii Kokura
Produzione: Kokura Pictures

SINOSSI

È trascorso un anno da quando la madre di Asya è morta in un tragico incidente. Mentre suo padre cerca di andare avanti e comincia una nuova relazione con una donna, Asya è bloccata in un limbo di ricordi su sua madre ed è incapace di lasciarla andare. Ma erano davvero così legate? Com’era veramente la madre di Asia? Addirittura, era di questo mondo? Poteva fare qualcosa Asya per salvare sua madre? Lei voleva comunque essere salvata? Asya cerca disperatamente le risposte a una miriade di domande fondamentali con l’aiuto di un misterioso amico e, proprio quando sembra che abbia finalmente ritrovato la serenità, un altro strano incidente interrompe bruscamente la sua storia, per riportarci tutti inaspettatamente nella realtà.

NOTA DI REGIA

“Ho iniziato a girare Pokut’ a diciassette anni. Il film è stato realizzato senza alcun finanziamento, con la fiducia da parte degli attori e di tutti coloro che mi hanno aiutato. Ho fatto da solo quasi tutta la pre-produzione, la produzione e la post-produzione e devo dire un enorme grazie a mio padre, che è stata la persona a me più vicina durante la produzione e mi ha aiutato a materializzare i miei pensieri. Dedico questo nostro film a lui. La storia è interamente immaginaria, ma a volte la vita va in direzioni imprevedibili, per cui è diventata quasi reale. Durante la realizzazione di Pokut’, durata due anni, sono cresciuto e quindi ho cominciato e finito il film come due persone “diverse”. È stato un viaggio emozionante in cui ho scoperto cos’è per me la cinematografia.”

FESTIVAL
2022 Molodist FF (ospitato da Hamburg FF